Mi chiamo Alessandro Servadei

Sono sempre stato affascinato dalla libertà e dalla bellezza che il mare e il surf offrono.

Ho trascorso la maggior parte della mia vita scivolando: surf, snowboard, surfskate!

Il surf è uno stile di vita, non ho mai immaginato che fosse altro.

La mia vita non sarebbe quello che è, che è stata e che sarà senza surf, il furgone, del buon vino e l’amore.

Alessandro Servadei surfskate coach
Welcome to the surfskate coaching website

Welcome to the surfskate coaching website1991 Assistente Bagnanti Acque  Esterne Fed-Italiana Nuoto (FIN)
Nella foto 1992 Foce del Lamone

L’immagine parla da sola dell’ atmosfera di quegli anni.
Per noi surfisti adriatici quel luogo era il più bello del mondo.
Quando smontavamo dal servizio di salvataggio correvamo li con birre e le tavole e solitamente ci sbronzavamo visto che non c’erano onde.

Snowboard Alessandro Servadei 19921992 San Martino di Castrozza
Nell’immagine B-Side F-Side Carving

Ai tempi di provavno grandi emozioni di libertà, carvando in piste vuote battute.

Welcome to the surfskate coaching website1994 Maestro Snowboard Fed-Italiana Surf da Neve (FISNE)

 

Welcome to the surfskate coaching website1998 – Istruttore di Surf – Fed. Italiana Surf (FISURF)
Foto anno 2000 – Pontile Forte dei Marmi lato Viareggio

Burrascosa giornata di libeccio, chi è nato in questi mari apprezzerà le onde di tutto il mondo. La cricca del Gighi e Zed Cordoni mi adottano come un fratello: la Versilia diventa la mia seconda casa e apro la mia prima scuola di Surf e Skate.

Welcome to the surfskate coaching website1998 – Passo Rolle  “Back Side Bauer Carving”
Nella foto 2000 – Maestro di Snowboard Fed-Italiana Sport Invernali (FISI)”

Peter Bauer carvava in una maniera tutta sua: mi affascinava apprendere questo meraviglioso stile.
In ogni discesa rompevo guanti e pantaloni e il mio guru non provava per non rompere nulla.

Aveva 10 anni più di me, ma non è l’età che limita l’apprendimento, ma ciò che sei disposto a sacrificare.

 

Welcome to the surfskate coaching website1999 San Martino di Castrozza “B-Side Air”
Le manovre aeree sembrano essere il solo scopo della vita.

Il Method Air viene oscurato dal B-Side Air: manovra apparentemente simile ma tecnicamente anni luce più difficile. La moda comincia ad oscurare la Purezza.

Welcome to the surfskate coaching website2000 Volkswagen Westfalia “VIAGGIO RANDAGGGIO”
Inizia la vita nomade fra Versilia, Sardegna, Francia, Spagna, Portogallo e Alpi.

Franco Battiato cantava “No Space No Time”. Che vita!

Welcome to the surfskate coaching website2001 Porto Ferro “Assetto Negativo”
Per la prima volta nella mia vita provo la sensazione di caduta libera verso il profondo blu. Smetto di pinneggiare e il mio corpo precipita verso il centro della terra come se stessi

cadendo dal cielo… più potente di qualsiasi droga del pianeta.

Nel 1994 raggiunsi il Primo Livello Apnea Academy

Welcome to the surfskate coaching website2001 La Thuile “Visioni Ondose”
La neve polverosa mi entra nel cervello. Cambia in me la visione della montagna. Inizio a risalire con le racchette da neve. Surfo ogni cresta come fosse un onda.
La montagna da semplice stazione sciistica diventa un universo da esplorare,  immenso come il mare.
Mien, aostano doc, mi svela i segreti della valle ma la grolla prende il sopravvento!!

Lillatro Alessandro Servadei2003 Lillatro “Ascesa di Maestrale”
I surfisti del livornese non amavano svegliarsi all’alba. Io dormivo con il furgo sullo spot; spesso surfavo solo. Il vento di maestrale rovinava le onde prima che arrivassero i primi surfisti.

Il surf non era fatto di manovre ma di momenti speciali.

2004 Sestriere “Incontri”
La vita ci regala sempre delle opportunità per conoscere persone che ci mostrano un cammino: Federico Acquarone fece di tutto per starmi vicino, insegnandomi l’arte di camminare per monti. Mi invidiava perché il mio cane Ferro camminando non mi scappava, il suo spariva per giorni.

2005 Allenatore Snowboard Fed- Italiana Sport Invernali (FISI)

surfskate Alessandro Servadei2005 Padang Padang Bali “Perfezione”
Ogni volta che tornavo a Bali mi facevo delle domande. Il tepore dell’acqua, il clima tropicale, onde perfette portavano i miei pensieri al desiderio di vivere fisso in un posto così.
Surfare, mangiare, surfare, dormire, trombare, surfare, mangiare, trombare, dormire.
Non ricordo bene l’ordine delle cose, ma così!  
L’unica pecca è che non si poteva vivere in
furgone, troppo caldo!  In ogni posto c’è qualcosa che non va, se uno cerca la perfezione cercherà per tutta la vita.

2006 Sestriere “La Galassia”
Ogni cima conquistata mi apriva la mente a nuove discese, tutte al limite fra il divertimento e la paura, fra la vita e la morte. Ormai non esisteva più una distinzione fra mare e
montagna. Li vivevo nella stessa maniera, semplicemente: surfando.
Dall’alto avevo una visione molto chiara della mia vita e del significato che rappresentano tante parole come: libertà, lavoro, amore, paura, felicità, anima, dio.
Il mio stile si era evoluto facendo un salto nel passato…rispolverando Stance positivi, passi arretrati, tavole
lunghissime (i Guns della neve!), per veloci linee dentro canali strettissimi.
2006/2007 Sono gli ultimi anni di snowboard.
Video consigliato: la vita di Marco Siffredi (non è il fratello di Rocco, fa un altro sport ahahaha)

2006 Isola del Sale – Cabo Verde
“Un giorno tutti avremo un metro di terreno” [Guccini]

Posto di grandi contrasti sia di colori che etnici: da un lato i ricchi e dall’altro gli schiavi. Gli europei con il potere del denaro possono calpestare qualsiasi diritto soprattutto dei nativi. Sembrava di rivivere la storia dei colonizzatori, invece di arrivare con navi di legno, arrivavano in aereo.

A scuola il prof di lettere mi ripeteva sempre che la storia serviva per non ripetere gli stessi errori.

2004/2006 Gestione Scuole Surf e Kite Alpitour-Bravo Club.

Hierro Fuerteventura Alessandro Servadei 20072007 Fuerteventura Canary Island “Semplicemente Istinto”
Primo inverno lontano dalla neve. La baia del Hierro era ormai la mia casa; non l’avevo scelta coscientemente, semplicemente ero sempre li. Di quel periodo ricordo un momento di forte cambiamento dove ho imparato che scegliere diventa difficile, quando non si segue il proprio istinto.

2010 Fuerteventura “Mejillones”
Quel giorno il mare era grosso e le onde del Mejillones erano imponenti, di un blu intenso, perfette.  Dopo aver surfato varie ore, stremato, torno sulla riva dove mi aspettava un’amica. Dopo un pranzetto nel furgone in riva al mare mi chiede di riportarla verso casa. Percorrendo il polveroso cammino de la norte vedevo gonfiarsi onde incredibili, con tonalità dal verde al blu. Gli occhi di Ilaria al mio fianco brillavano degli stessi colori del mare.

Mi sono innamorato…non riesco più ad andarmene dall’isola…il mare ha scelto il destino della mia vita.

Dal 2008 Istruttore Surf-International Surf Association (ISA)

Welcome to the surfskate coaching website2011 Fuerteventura “Back Side Slide-Hardcore”
Con i guanti in teflon si può carvare come sulla neve…momenti di nostalgia.

Welcome to the surfskate coaching website2011 Fuerteventura “Pejerey” 
Mio nonno mi portava spesso in barca nelle valli a pescare. Quando salivamo in barca si portava le reti e la doppietta. Alcune volte tornavamo con delle anguille e altre con dei daini. Non ho mai capito la differenza fra la caccia e la pesca. Pescando sott’acqua con il fucile ho capito che sono la stessa cosa. Chi uccide per mangiare ama.

Welcome to the surfskate coaching website2012 Fuerteventura “El hombre Lobo in purezza”
L’uomo non può sfuggire alla morte, ma può creare la vita.

La salinas isla canarias2012  Fuerteventura Secreto del Sur “Apo Macro”
Camminando lentamente, prestando attenzione ai particolari, ogni barrio può diventare una città. Questa piccola isola diventa immensa quando cerchi di scoprirne la vera essenza.

2012 Allenatore Surf Level 2 International Surf Asociation (ISA) – Tecnico Sportivo Surf Fed- Canaria Surf (FCS)

Mosquito Surf School Fuerteventura2013 Fuerteventura “Mosquito Surf School”
Al Cara Guapa suonava un musicista di Flamenco. Io e Emi eravamo seduti sopra le travi di piterache, sostenevano il tetto di palme e che stavamo terminando di legare. Accompagnati da queste calde melodie, la mia attenzione venne colpita dal riflesso della luna piena che dall’alto illuminava i nostri boccali di birra pieni, come volesse indicarci di brindare al nostro sogno.

Il giorno seguente inaugurammo la Mosquito Surf School Fuerteventura.

first surf skate in FuerteventuraFuerteventura “Surf Skate”
Non era ancora esploso il boom del Surfskate e noi già avevamo creato  un metodo innovativo di insegnamento per velocizzare l’apprendimento del surf a tutti i livelli.

La nostra scuola è nata e si è differenziata da tutte le altre per l’uso professionale del Surfskate a tutti i livelli.

olimpiadi sochi snorwboard cross italia surfskate alessandro servadei2013 Fuerteventura “Olimpiadi Invernali Soci 2014”

I tecnici sportivi della Squadra Nazionale Italiana Snowboard Cross stavano cercando un programma di sviluppo di nuovi schemi motori per gli atleti che si stavano preparando per le Olimpiadi.
Ho avuto l’onore di poterli allenare a Fuerteventura utilizzando un programma di Surfskate Training intensivo di 3 giorni adattato alla loro disciplina. Questa ricordo essere stata una delle soddisfazioni più grandi della mia vita. Gli stessi tecnici che 13 anni prima mi avevano formato come maestro di Snowboard, si entusiasmarono di fronte a questa nuova metodologia di allenamento creata da me.

Mercedes James Cook Alessandro Servadei2013 Fuerteventura “Quiver”
Mercedes James Cook del 1983, solo meccanica, completamente restaurato. Per accampate selvagge a tempo indeterminato.
Spot consigliati Derecha de Los Alemanes,  Secreto del Sur e Mejillones.

whiteZu onda surfskate2014 Cesena Italy “WhiteZu
Casualmente vengo invitato ad una serata in un magazzino a Cesena. Con stupore scopro che Whitezu ha organizzato questa serata per presentare un nuovo progetto per surfisti: un’onda di resina da usare con il Surfskate. Sembrava di essere sul set della regia cinematografica di Lords Of Dogtown. Vapori di resina, luci alogene, droni , telecamere.

Il regista disse: “ora girate vediamo cosa succede”….ahahaha!!!

Il Gagio, un mio amico di vecchia data, ha creduto talmente tanto a questo progetto che si è montato un onda da 16 metri nel suo stabilimento balneare, realizzando il primo Surfskate Spot sul mare a Torre Pedrera-Rimini.

Da allora collaboro con WhiteZu per lo sviluppo di nuove strutture e didattiche di insegnamento sull’onda.

Welcome to the surfskate coaching website2014 Fuerteventura “Compleanni Mannari”
Il mare, il vino, le donne e gli amici hanno sempre la meglio.

Mitsubishi Alessandro Servadei2015 Fuerteventura “Quiver”
Mitsubishi L 300 4×4 del 1983, solo meccanica, preparato. Per  spostamenti rapidi su la norte e onde irraggiungibili. Spot consigliati tutti.

Alessandro Servadei Surfskate2015 Fuerteventura “La Oliva”
La Surfskate Vision mi entra sempre più nel cervello.
Sono fregato, ora vedo le onde anche per strada!!!

Onda d'legn Soul Hands Festival Carver Paradise2016  Torre Pedrera Italy “Primo Surfskate Camp Italiano”
Camp tecnico, fiesta, grigliata di sardine, vino bianco .
3 giorni randagi di puro surfskate sulla spiaggia.
26-27-28 Marzo si è concluso il primo Surfskate Camp Italiano.
Grazie Matte
Grazie Gagio

Philosophy

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Duis id dolor vel ante vehicula porta. Aliquam fringilla mollis ultrices. Curabitur gravida elit et erat ullamcorper pharetra. Suspendisse mattis augue ac augue tincidunt, eu pretium nunc posuere.

Vision

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Duis id dolor vel ante vehicula porta. Aliquam fringilla mollis ultrices. Curabitur gravida elit et erat ullamcorper pharetra. Suspendisse mattis augue ac augue tincidunt, eu pretium nunc posuere.

Policy

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Duis id dolor vel ante vehicula porta. Aliquam fringilla mollis ultrices. Curabitur gravida elit et erat ullamcorper pharetra. Suspendisse mattis augue ac augue tincidunt, eu pretium nunc posuere.